Cosa vedere ad Ostia Lido

Pontile di Ostia Lido

Pontile di Ostia Lido

Cosa vedere ad Ostia Lido, mare di Roma.

Ostia lido, il porto del litorale romano è rinomata sicuramente per la stagione estiva, essendo il punto di approdo preferito dei romani per trascorrere una lieta giornata al mare. Ma Ostia è molto di più, con, ad esempio, il suo Porto Turistico, che ha rivalutato una zona prima disagiata, l’appena rinnovato Pontile di Ostia, ideale per una romantica passeggiata. Adatto ad una piacevole passeggiata anche il Borghetto dei Pescatori, dove a settembre ogni anno si svolge la Sagra della Tellina.

Da visitare anche la nuova area pedonale vicino al Pontile dove in Piazza Anco Marzio si trova anche la statua dedicata al poeta bolognese Pier Paolo Pasolini, scomparso proprio nella zona dell’idroscalo, e Tor San Michele.

  • Porto turistico di RomaPorto Turistico di Roma
    Il Porto turistico di Roma si trova nella zona nord di Ostia, vicino l’Idroscalo, adiacente la foce del fiume principale di Roma, il Tevere.
    Il progetto ha rivalutato una zona per anni abbandonata a se stessa, oggi punto di ritrovo per una piacevole passeggiata, per fare shopping o sorseggiare un aperitivo con gli amici.


  • Basilica Santa Maria Regina PacisBasilica Santa Maria Regina Pacis
    Nel 1916 l’ingegner Paolo Orlando si mise in contatto con l’allora Vescovo di Ostia, Cardinal Vannutelli, proponendogli di far costruire un tempio votivo alla Regina della Pace, affinchè non si protraessero più a lungo i giorni della prima guerra mondiale in atto. Il progetto per la realizzazione dell’opera fu affidato all’architetto Giulio Magni.


  • Borghetto dei Pescatori ad OstiaBorghetto dei Pescatori ad Ostia
    Il mare esercita un potere di seduzione a volte irresistibile. Un fascino indiscutibile lo possiedono anche i suoi custodi, i pescatori, che da esso attingono per sopravvivere. Pescatori furono numerosi personaggi leggendari che hanno ispirato artisti di ogni epoca, l’arcano potere di attrazione che esercitano ha forse la sua spiegazione proprio nella metafora del ritorno alle origini, nell’andare a cercare lì, dove si è nati, la ragione del proprio sostentamento.


  • Pontile di OstiaPontile di Ostia
    Inaugurato il 27 ottobre del 1940 proprio di fronte alla Piazza dei Ravennati, il Pontile della Vittoria, allora Pontile del Littorio, ha da sempre avuto un’esistenza travagliata. Simbolo per antonomasia del litorale ostiense, nel dicembre del 1943, ad appena tre anni dalla sua inaugurazione, fu raso al suolo dalle truppe tedesche che avevano occupato la zona, nel tentativo d’impedire lo sbarco degli anglo-americani per la liberazione della capitale.


  • Tor San Michele OstiaTor San Michele Ostia
    Adiacente il Porto turistico si trova un antico progetto del Michelangelo, Tor San Michele, storicamente punto nevralgico per la difesa delle proprie imbarcazioni marittime e denominato “Maschio dell’Idroscalo”, cui torre raggiunge i 18 metri di altezza.
    Dal 1994 è un Bene Architettonico ed ambientale di Roma.


  • Monumento a PasoliniMonumenti dedicati a Pasolini
    Quello di Mario Rosati è il terzo monumento, il precedente è a Ostia, a Piazza Gasparri, una piazza molto popolare, dove vivevano molti “ragazzi di vita”. È in marmo bianco, l’autore è Gaetano Gizzi e rappresenta la lotta tra due uomini. Un altro monumento, una stele marmorea rosso chiaro, bellissima, realizzata da Pietro Consagra, si trova in Piazza Anco Marzio.