Forte San Gallo – Castello medievale di Nettuno

Forte San Gallo - Castello medievale di Nettuno

Castello di Nettuno

Fortezza rinascimentale della città di Nettuno.

La costruzione si trova subito a ridosso del mare del litorale di Nettuno ed è considerata tra le fortezze maggiormente intatte ed esempio di conservazione perfetta, grazie specialmente all’architettura con la quale fu concepita nel rinascimento, a quelle regole di sicurezza dettate dalla potenza di fuoco militare in continua evoluzione.

Cenni Storici

A volere la realizzazione, agli inizi del cinquecento (esattamente tra il 1501 e il 1503) di questa fortezza a difesa dello strategico porto di Nettuno, fu Cesare Borgia per conto del padre, a quell’epoca pontefice (Alessandro sesto), commissionando l’opera a Giuliano da Sangallo cui disegni però furono riesaminati dal fratello ed architetto Antonio da Sangallo il vecchio (da cui prende il nome), sono invece opera di Pompeo Colonna, nemico del papa, tutti gli stemmi araldici del maschio scalpellati in marmo ed in pietra, compreso il rilievo dello stemma dei Borgia ben visibile su di una porta nella parte destra del maschio, collegata tramite un ponte retrattile col sistema a catena che collega il camminamento. Il castello era difatti considerato punto militare strategico in quanto uno degli ultimi avanposti nelle vicinanze di Roma.

Struttura architettonica

Il progetto del castello si sviluppa su una pianta quadrata, di rigida geometria a rispetto delle regole architettoniche dell’epoca, del perimetro di 168 metri ed ognuno dei quattro lati è alto quasi cinque metri costituito da un incastro di pietre arenarie con rivestimento da laterizi, ed in quello rivolto verso il porto si trova un imponente maschio, in un cortile interno regolare dalle arcate a tutto sesto al cui centro vi è il pozzo.

Attorno al perimetro vi è un ampio fossato ed a ciascuno degli angoli si erge l’orecchione, bastione cui nome proviene dalla robusta e particolare forma formato da due camere di livello e lungo i quali sono presenti le postazioni militari di difesa e le troniere che garantivano anche il tiro di fiancheggiamento. Un piccolo ponte levatoio protetto da una garritta fa da entrata a questa splendida cornice medievale suddivisa su tre piani.

Visite guidate

Tragitto della visita: Esterno del castello, fossato, cortile, loggia, sale del piano nobile, museo
Durata della visita: 90 minuti circa
Numero massimo di partecipanti: 35
Accessibile per portatori di handicap

Tel.: 06.45421126
Fax: 06.68132259