Litorale Romano Online

Sunday
Jul 15th
  • Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
  • Cerca


Ciambotto

Ciambotto

Anche per quest’anno la Pasqua è trascorsa senza intoppi: buon cibo, ottimo vino e gradevolissima compagnia.

Sicuramente fra un piatto di lasagne e un trancio di pastiera napoletana, anche voi come me, avrete accumulato qualche chiletto in eccesso ed ora, presi dal panico da “prova costume” state già vagliando i 1001 modi per perdere peso, indecisi su quale scegliere.

Poiché il vostro chef diffida delle diete che promettono di perdere “7 chili in 7 giorni”, ha deciso che da oggi (ebbene si, proprio da Oggi e non da Lunedì, perché per me “poi” fa rima con “mai”!) abbinerà ad un sano regime alimentare anche una costante ed intensa attività fisica (non vi nascondo che la tenuta del “perfetto sportivo” fa già bella mostra di se sul letto, ma solo per farmi desistere dal desiderio di schiacciare un pisolino pomeridiano e ricordarmi i buoni propositi mattutini).

Questo fantastico preambolo solo per dirvi che la ricetta di oggi sarà gustosa, ma anche ipocalorica (solo 200 calorie per porzione) ed assolutamente sana perché prevede l’utilizzo di verdure di stagione.

Ricetta Ciambotto

  • Difficoltà: Facile
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 50 minuti
  • Dosi: 6 persone

Ingredienti:

  • 2 Melanzane
  • 1 Peperone giallo
  • 1 Peperone rosso
  • 3 Pomodori Maturi
  • 2 Patate
  • 1 cipolla
  • Capperi sotto sale
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio q.b
  • Sale q.b
  • Peperoncino (se lo gradite)

Preparazione: Per prima cosa lavate le verdure e tagliatele a pezzettoni, avendo cura di eliminare i semi dai peperoni, e semi e buccia dai pomodori. Se le melanzane sono di stagione è conveniente far perdere loro il retrogusto amarognolo, salandole e facendole risposare per almeno ½ ora in uno scolapasta con su un peso. Dopodiché sciacquate le melanzane sotto l’acqua corrente per eliminare l’eccesso di sale e strizzatele bene. Quando le verdure saranno pronte potete far soffriggere, in una pentola capiente, la cipolla tritata grossolanamente con olio e aglio (quest’ultimo verrà eliminato quando sarà divenuto dorato).

Aggiungete poi i pomodori e fate rosolare qualche minuto prima di aggiungere il resto delle verdure, ovvero melanzane, peperoni e patate. Versate nella pentola mezzo bicchiere d’acqua calda, regolate di sale  e coprite con un coperchio, lasciando cuocere a fuoco moderato per circa 40 minuti, rimestando di tanto in tanto e aggiungendo ancora dell’acqua se necessario. Quando le verdure saranno cotte potete aggiungere i capperi precedentemente dissalati e lasciate cuocere altri 5/10 minuti o comunque sino a quando il sughetto si sarà ristretto e divenuto corposo. Spegnete quindi il fuoco e lasciate intiepidire prima di servire in tavola. Se gradite prima togliere dal fuoco potete aggiungere peperoncino a piacere. 


Questa ricetta è diffusa quasi in tutte le regioni italiane sebbene con nomi diversi, ed altrettante sono le varianti introdotte per questo piatto. La ricetta che vi ho appena illustrato è quella pugliese, che preparava la mia nonna con le verdure del suo orto. Lei lo chiamava Ciambotto, ma surfando per la rete ho visto che altri nomi abbastanza famosi con cui è noto il piatto sono: Fricando, Ciamfotta, Frecantò e Ratatouille, o Ratatuì come dicono i piemontesi! Ciò che è certo è che questa ricetta è particolarmente diffusa nel meridione e che il ciambotto (in dialetto barese “ciambotto” vuol dire “miscuglio”) è un piatto che si presta ad essere mangiato in vari momenti del pasto: come piatto unico, accompagnato da crostoni di pane casereccio; come contorno, per piatti di carne o di pesce; come primo piatto, frullando gli ingredienti otterrete una squisita cremina con cui condire la pasta o se amate i pezzettini di verdura potete utilizzarlo per condire il cous cous. In ogni caso il Ciambotto è sempre e comunque delizioso!

Se desiderate un piatto poco calorico, evitate di abbondare con il condimento, sono infatti necessari poco olio e sale per esaltare il sapore di ortaggi come le melanzane e i peperoni, e se non volete eccedere con i carboidrati provate a sostituire le patate con zucchine o carote. 

Sperando che questa ricetta sia stata per voi cosa gradita il vostro Chef Fregolì vi saluta augurandovi, come sempre, “Bon appétit”!

Advertising

Ultimi articoli

Seguici su Facebook

Advertising

Video del Mese

Tony Hawk and Friends European Tour - Roma

Guarda l'articolo, clicca qui

Ultimi articoli

Articoli più letti

Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, per ricevere mensilmente news ed informazioni sul litorale romano.

Seguici su Google+

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi la privacy per maggiori informazioni. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information