Home Dove Mangiare Ricette di Cucina Online Mangiare Sano Cosa significa essere vegetariani

Litorale Romano Online

Thursday
Dec 13th
  • Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
  • Cerca


Cosa significa essere vegetariani

Cosa significa essere vegetariani

Tanto spesso si sente parlare di vegetarismo ma che cos’è in realtà?

Il vegetarismo è una forma di alimentazione che ha alla base una dieta a base di frutta e verdura con l’esclusione di carne rossa, pollame e pesce.

Alcune diete vegetariane escludono anche i derivati animali quali ad esempio i formaggi o le uova.

Esistono diverse filosofie di comportamento vegetariano che danno vita a comportamenti alimentari anche molto diversi tra di loro: latto-ovo-vegetariani, latto-vegetariani, ovo-vegetariani-vegani-crudisti e fruttariani. Ognuna di queste dottrine alimentari prevede l’esclusione di determinati cibi e, se anche in passato questa cosa non era vista di buon occhio, oggi i giudizi positivi su queste diete vanno migliorando sempre più.

Le ragioni che spingono una persona a seguire una dieta vegetariana sono diverse, possono essere etiche, ambientali, salutistiche, politiche o religiose. C’è da dire che il concetto di dieta vegetariana non è molto chiaro e preciso, non è rinchiuso all’interno di regole ben precise proprio per questo motivo ne esistono più filoni. A grandi linee potremmo dire che il vegetariano elimina dalla propria alimentazione, qualsiasi sia il motivo, la carne, il pesce, i crostacei, i frutti di mare, il pollame, le uova, lo strutto (utilizzato alle volte nella preparazione del pane), il latte e i suoi derivati, il miele e tutti gli alimenti di origine animale.

Esistono anche falsi vegetariani che sono coloro che si astengono unicamente dalla carne consumando il pesce. In questo caso c’è comunque il consumo di carne animale e quindi non ci si può definire vegetariani. Lo stesso vale per chi segue una dieta vegetariana infrasettimanale per poi consumare grandi quantità di carne e pesce nel week end. Quello che interessa a noi in questa sede è cercare di capire quanto sia positiva un’alimentazione vegetariana, che effetti ha sulla salute. Agli inizi degli anni ’80 questa dieta fu scelta per sconfiggere il cancro ma a quasi trenta anni di distanza si è dimostrato che non esiste nessuna implicazione tra la dieta vegetariana e la prevenzione contro il cancro. I medici vegetariani sostengono che si vive di più eliminando le proteine animali ma la verità sta semplicemente nel fatto che chi scegli di essere vegetariano è solitamente una persona molto attenta al suo benessere fisico e alla sua salute.

La domanda che sorge a questo punto è: eliminando la carne e alcuni dei suoi derivati dalla nostra alimentazione non si rinuncia a nutrimenti importanti? Per rispondere a questa domanda bisogna innanzitutto fare una premessa. Le proteine che noi assumiamo vengono trasformate dal nostro organismo in aminoacidi. Gli aminoacidi di cui ha bisogno sono 20, 12 li produce da sé e gli altri 8 sono gli aminoacidi essenziali da introdurre attraverso il consumo di determinati cibi tra i quali anche alcuni vegetali.

La risposta alla nostra domanda è, quindi, no. Con la rinuncia alla carne non significa che si rinunci a nutrimenti importanti. Il cuore del problema sta sempre nel nostro buon senso e quindi nella ricerca di alimenti sostitutivi. Una buona fonte di proteine sono i cereali, il pane, la pasta, i fagioli, i piselli, i legumi, la frutta secca, i broccoli, i fagiolini e i cavolfiori.

Alimentazione Vegetariana

Come abbiamo precedentemente visto esistono diversi filoni di alimentazione vegetariana e c’è chi non assume, oltre la carne, latte e latticini. La domanda in questo caso sarebbe, il calcio? Il calcio può essere ritrovato anche in altri alimenti quali: radicchio verde, foglie di rapa, bietole, broccoli, carciofi, invidia, mandorle e sesamo. Ma c’è da fare una precisazione. La salute delle nostre ossa dipende dalla presenza di fattori che impediscano la perdita di calcio e non dalla quantità assunta. Alcuni cibi contengono molto calcio ma sono anche quelli che me ne fanno perdere maggiormente quindi alla fine il bilancio per le nostre ossa è negativo. Cibi che hanno poco calcio forniscono ottimi fattori di mantenimento del calcio.

La perdita di calcio è poi condizionata da molti altri fattori quali l’esercizio fisico e le diete con un’elevata quantità di proteine. Un’altra delle domande molto frequenti contro le diete vegetariane riguarda l’apporto di ferro. Anche in questo caso bastano un po’ di attenzione per averne un giusto apporto.

Durante i pasti è consigliabile bere una spremuta d’arancia o di limone che aumentano l’assimilabilità del ferro che si trova abbondantemente nei legumi.


Non volevamo di certo incoraggiare qualcuno ad iniziare questo tipo di dieta ma soltanto dare dei chiarimenti rispetto ad un’alimentazione che troppe volte viene messa in dubbio nella sua genuinità. Mangiare sano è la prima condizione per il benessere e la salute di ognuno di noi e come si voglia perseguire questo obiettivo è una scelta personale dettata dai gusti e dal buon senso.

Advertising

Ultimi articoli

Seguici su Facebook

Advertising

Video del Mese

Tony Hawk and Friends European Tour - Roma

Guarda l'articolo, clicca qui

Ultimi articoli

Articoli più letti

Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, per ricevere mensilmente news ed informazioni sul litorale romano.

Seguici su Google+

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi la privacy per maggiori informazioni. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information