Home Cosa vedere Musei e Monumenti Museo Delle Navi Romane a Nemi

Litorale Romano Online

Tuesday
Jul 17th
  • Registrati
    *
    *
    *
    *
    *
    Fields marked with an asterisk (*) are required.
  • Cerca

Museo Delle Navi Romane a Nemi

E-mail Stampa


Museo Delle Navi RomaneMuseo Delle Navi Romane

Il Museo fu aperto nel 1935 per ospitare gli scafi delle due navi romane che un imperatore Cesare Augusto Germanico, forse Caligola o Claudio, fece costruire sul lago, per celebrarvi feste in onore di Diana. Si trattava di due grosse navi ricche di ogni lussuosa decorazione, in seguito affondate.

Molti tentativi di recupero di queste favolose navi furono effettuati in ogni epoca, a partire dal 1446 ad opera di Leon Battista Alberti, ma solo nel 1928-31 si riuscì, prosciugando parzialmente le acque, a tirare in secco i due scafi, peraltro ben conservati, e a sistemarli in un edificio museale.

Durante gli eventi bellici, questi unici reperti della tecnica navale romana vennero distrutti, probabilmente dai tedeschi in ritirata, il 31 maggio 1944. A seguito di questa gravissima perdita, il museo venne riaperto solo negli anni cinquanta e conserva tutt’ora importante documentazione e pezzi archeologici riguardanti la tecnica navale romana. Riallestito e in varie riprese, il museo è stato nel 2001 ampliato con una sezione riguardante reperti preistorici, insieme a materiale proveniente da santuari e necropoli della zona.

Museo Delle Navi Romane di Nemi

La principale attrattiva del museo è costituita dai rimanenti elementi decorativi bronzei e altro materiale salvato dall’incendio dell’ultimo conflitto mondiale, appartenente alle grandi navi cerimoniali imperiali.

Notissimi i bronzi di rivestimento delle travi, con teste di leone, di lupo, di pantera, di medusa e con mani apotropaiche che dovevano tenere lontani gli spiriti maligni, oltre a terrecotte ornamentali, mosaici, marmi, e due ancore: una in legno con ceppo fisso in piombo con iscrizione del peso, e un’altra in ferro rivestita in legno, con ceppo in piombo mobile.

Sono inoltre esposti due modelli di queste navi in scala 1:5. In progresso il riallestimento delle navi: è stato ricostruito l’intero profilo del primo scafo e completata la poppa, sulla quale sono state montate le copie bronzee delle decorazioni originali custodite al museo di Palazzo Massimo a Roma.

Si sta completando ora anche la parte centrale della chiglia. Recentemente il museo ha allestito una nuova sezione, comprendente materiali litici preistorici e reperti dell’età del bronzo di un villaggio palafitticolo del lago di Albano, reperti dell’età del ferro dalle necropoli della zona e il corredo della tomba principesca del Vivaro a Rocca di Papa. I nuovi materiali esposti comprendono anche i rinvenimenti nei luoghi di culto della zona (Santuario di Diana a Nemi).

Orari di apertura

lun-sab 09,00-19,00; dom 09,00-13,00

Per informazioni e contatti

Museo Delle Navi Romane
Via del Tempio di Diana, 15 - 00040 Nemi Roma
Tel. 0039 06 9398040

Lascia un messaggio e condividilo su Facebook

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna


Advertising

Pubblicità

Seguici su Facebook

Advertising

Video del Mese

Tony Hawk and Friends European Tour - Roma

Guarda l'articolo, clicca qui

Ultimi articoli

Articoli più letti

Newsletter

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter, per ricevere mensilmente news ed informazioni sul litorale romano.

Seguici su Google+

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Leggi la privacy per maggiori informazioni. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information